Inner Ice

Kangerlussuaq
Kangerlussuaq

Oh! Ma io avevo paura! Sarà forse perché non avevo mai usato i ramponi da ghiaccio. Ma c’erano dei buchi enormi e ci passavamo così vicino da poterci inciampare e finire dentro! E chi ti viene a prendere, posto che si capisca dove si va a finire? E ovviamente sono riuscito ad inforcare e cadendo mi sono rovinato una mano nel ghiaccio che taglia come un rasoio. L’altro mano teneva in salvo la macchina fotografica ovviamente.

L’inner ice della Groenlandia è stato una sorpresa. Chissà perché mi immaginavo un’immensa distesa di ghiaccio piatta percorsa da slitte trainate da cani e costellata qua e là da igloo abitati da eschimesi. E invece no: montagne di ghiaccio, valli solcate da fiumi azzurri, laghi, e poi caverne dove l’acqua forma mulinelli e cascate che scendono nell’ignoto. Sorprendente, magnifico ma terrificante allo stesso tempo! Kim (la nostra guida) fortunatamente sembra veramente a suo agio in questo mondo di ghiaccio. Ci spiega come comportarci, ci guida nell’allestimento del campo base dove passeremo la notte, e poi via nel labirinto di ghiaccio – a rischiare la vita. Braveheart!

18 luglio 2012
Kangerlussuaq

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...